Descrizione immagine
Descrizione immagine
mercatino campodolcino

SCARICA DEPLIANT TURISTICO DI CAMPODOLCINO

LUNEDI' 14 AGOSTO

MARTEDI' 15 AGOSTO


IN OCCASIONE DEL FERRAGOSTO, TRADIZIONALE MERCATINO CON BANCARELLE DI COLLEZIONISMO, ARTIGIANATO ARTISTICO, CREATIVITA', VINTAGE, PRODOTTI TIPICI ALIMENTARI E PRODOTTI BIOLOGICI PRESSO IL PARCHEGGIO DELLO SKY EXPRESS DI CAMPODOLCINO

info 3401615842

monumenti e luoghi d'interesse

La Chiesa parrocchiale dedicata a san Giovanni Battista costruita nel 1400 circa, in seguito fu ampliata e restaurata, da alcuni anni all'esterno della Chiesa vi è stata collocata una statua di san Luigi Guanella.

In frazione Motta si trova la statua di Nostra Signora d'Europa, scolpita dallo scultore Egidio Casagrande, è una scultura alta 13 metri e mezzo, placcata in oro, fu eretta il 15 ottobre 1957 e inaugurata dall'allora cardinale Montini futuro papa Paolo VI.

La Cà Bardassa a Fraciscio.

Il Ponte Romano sul torrente Rabbiosa adiacente alla Chiesa parrocchiale.

Il Pian dei Cavalli.

La casa natale di san Luigi Guanella.

Ecomuseo Valle Spluga

Lago Azzurro

Nei boschi limitrofi alla frazione di Motta Alta di Campodolcino si trova il Lago Azzurro, lago Alpino reso celebre dall'omonima poesia "Lago Azzurro" di Giosuè Carducci (1888). Per tre anni (2004-2006) il Lago Azzurro è rimasto completamente prosciugato, ma dal 2007 si è nuovamente riempito. Grazie ad una petizione, promossa dalla Pro Loco di Campodolcino ed altri enti, che ha riscosso molto successo tra gli abitanti della zona e i turisti abituali, il Lago Azzurro è stato inserito al terzo posto della classifica del FAI per i "Luoghi del Cuore 2006 - Luoghi di natura da non dimenticare".

lago azzurro campodolcino

Il progetto “Sui passi di don Luigi Guanella… Il senso di un cammino” è stato messo a punto dalla Provincia Sacro Cuore dei Servi della Carità – Opera Don Guanella in occasione della canonizzazione del suo Fondatore.
Lo scopo di questo progetto è di far conoscere l’opera di questo straordinario santo della carità, vissuto tra Ottocento e Novecento, attraverso i luoghi in cui è nato e in cui ha operato da giovane sacerdote e fondatore. 

La via Spluga è un sentiero escursionistico-culturale nelle Alpi centrali che da secoli unisce le due località di Thusis e Chiavenna, così come i popoli grigionese, reto-romancio, walser e lombardo.  La maggior parte della viaSpluga si snoda lungo mulattiere, di cui è stata per gran parte mantenuta o comunque ripristinata la struttura originaria.  L’itinerario, oltre a propiziare l’incontro con la storia, consente di entrare in contatto con un singolare paesaggio montano e con la popolazione locale, la cui vita è stata segnata per generazioni dal traffico che ruota attorno al passo. 

Il campeggio Campodolcino è situato in una vallata a 1070 m di altitudine attraversata dal fiume Liro a metà strada tra Chiavenna e il passo dello Spluga, da qui è possibile raggiungere a piedi gli impianti di risalita della Ski Area Valchiavenna Madesimo-Campodolcino. Ha una estensione di 22000 mq ed è dotato di 167 piazzole con allacciamento alla corrente elettrica.

Copyright Mercatini&Curiosità © Tutti i diritti sono riservati.